Anche le ditte individuali hanno l'obbligo di comunicare la PEC!

Disponete già di una casella PEC?

Come fare per iscrivere o modificare la PEC al Registro Imprese

Per agevolare le imprese individuali nella comunicazione è disponibile una modalità semplificata per la comunicazione della PEC che potrà essere utilizzata dal titolare dell'impresa individuale in possesso del proprio dispositivo di firma digitale.

Per accedere all’applicativo basta collegarsi all’indirizzo Internet:
https://ipec-registroimprese.infocamere.it/ipec/do/Home.action per accedere direttamente alla maschera di inserimento della PEC della propria impresa
oppure
www.registroimprese.it, nel box "Pratica semplice" selezionare "Iscrizione PEC" e cliccare su "Procedi", quindi scegliere "IMPRESA INDIVIDUALE" per predisporre ed inviare la comunicazione.
La procedura semplificata con l’applicativo on-line non può essere utilizzata.

Compilazione della pratica con ComunicaSTARWEB:

  • collegarsi al sito http://starweb.infocamere.it ed inserire la user-id e la password utilizzati per l’accesso a Telemaco;
  • selezionare la regione su cui operare (Lombardia) e cliccare su “Continua”;
  • selezionare dal menu “PEC per imprese individuali" la voce “Comunicazione PEC”;
  • inserire la provincia della “Camera di Commercio destinataria”;
  • inserire le informazioni nei campi “CCIAA sede” e “N°. REA sede” oppure solo il “Codice fiscale” dell’impresa e cliccare sul tasto “Dati Impresa”;
  • dalla “lista imprese trovate” selezionare l’impresa. In automatico verranno compilate, con i dati presenti nel R. I., le altre informazioni (denominazione, sede ed attività) e verrà automaticamente selezionata la voce di variazione "Comunicazione di >> PEC al Registro Imprese";
  • cliccare su “Continua”;
  • nel campo “Dal” inserire la data di invio della pratica quindi compilare il campo “E-mail certificata”;
  • cliccare su “Avanti” per passare alla compilazione della maschera “Dichiarante”.

Nella sezione “Modalità di presentazione” di questa maschera il sistema imposta in automatico che la pratica è esente da bollo.

  • completare la predisposizione della pratica (firma della distinta, verifica degli importi impostati) e procedere alla spedizione.

La comunicazione con ComunicaSTARWEB può essere depositata dal:

  • titolare;
  • commercialista incaricato ai sensi d. lgs 139/05;
  • soggetto a cui sia stata conferita apposita procura speciale da parte del titolare;

Non disponete ancora di una casella PEC?

Perché dotarsi di una casella PEC

Le ditte individuali, comprese le imprese artigiane, devono comunicare al Registro Imprese il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata P.E.C. (decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, in vigore dal 20 ottobre 2012 convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 294 del 18/12/2012, in vigore dal 19 dicembre 2012).

Nello specifico:

  • dal 20 ottobre 2012 tutte le imprese individuali, che si iscrivono al Registro Imprese devono comunicare il proprio indirizzo PEC. L'assenza dell'indirizzo PEC impedisce l'iscrizione dell'impresa individuale (determina quindi il rifiuto di iscrizione);
  • le ditte individuali attive e non soggette a procedure concorsuali che alla data del 20 ottobre 2012 risultavano iscritte al Registro Imprese sono tenute a comunicare il loro indirizzo PEC entro il 30 giugno 2013.
  • Sono escluse dall'obbligo le imprese individuali:

    • inattive;
    • soggette a procedure concorsuali (anche se attive);
    • che con data effetto antecedente o uguale al 30/6/2013 risultano aver presentato una richiesta di cancellazione al Registro delle Imprese.

    Sanzioni

    Le imprese individuali già iscritte (alla data del 20 ottobre 2012) che non avranno comunicato l'indirizzo PEC entro il 30 giugno 2013, subiranno la "sanzione" della sospensione, fino a 45 giorni, di qualunque successiva ed ulteriore domanda anagrafica di variazione, presentata dall'1 luglio 2013 in poi.

    Domande frequenti

    L'impresa potrebbe decidere di comunicare come proprio indirizzo PEC quello rilasciato al commercialista senza richiederne uno specifico dell'impresa?
    No. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito che "l'indirizzo PEC comunicato al Registro Imprese è necessario che sia ricondotto esclusivamente ed univocamente all'imprenditore stesso, senza possibilità di domiciliazione presso soggetti terzi.".

    Alle imprese è consentito avere più caselle PEC ma nella modulistica è prevista la pubblicazione nel R.I. di un solo indirizzo PEC. In questi casi quale casella PEC deve essere comunicata?
    Si deve comunicare la casella PEC ufficiale o che si intende ufficializzare ai terzi nel Registro Imprese.

    La comunicazione della PEC effettuata dopo il 30/6/2013 continuerà ad essere esente dal pagamento di diritti e bolli anche dopo la data di scadenza?
    Sì, sarà esente da diritti e bolli ma verrà sanzionata con la sospensione di eventuali pratiche inviate dal 1° luglio 2013.

    La variazione della PEC effettuata dopo il 30/6/2013 continuerà ad essere esente dal pagamento di diritti e bolli anche dopo il 30/6/2013?
    Sì, sarà esente da diritti e bolli.

    Ho già comunicato l’indirizzo PEC al Registro Imprese. Mi sono accorto che è scaduto. Cosa devo fare?
    Una volta comunicato l’indirizzo PEC al Registro Imprese è necessario mantenerlo sempre valido e attivo.
    Se la casella PEC risulta scaduta occorre:

    • contattare il Gestore del servizio e chiedere, se ancora possibile, il rinnovo del servizio. In caso di rinnovo, anche successivo alla scadenza, non è necessario effettuare alcuna comunicazione aggiuntiva al Registro Imprese.
    • qualora il rinnovo della casella scaduta non sia possibile, inviare una comunicazione di variazione della PEC al Registro delle Imprese, comunicando un nuovo indirizzo PEC valido e attivo.

    E’ possibile comunicare come Casella PEC dell’impresa quella con il dominio @postacertificata.gov.it?
    No, perché la casella PEC @postacertificata.gov.it è stata introdotta con l'articolo 16 bis comma 5 della legge 2/2009, con la finalità di attribuire senza oneri una casella di PEC ai cittadini che ne facessero richiesta, ed è destinata esclusivamente alle comunicazioni tra Pubblica Amministrazione e Cittadino, inteso come soggetto privato e non soggetto impresa, e viceversa.

    Acquista online